14 Novembre – Giornata Mondiale del Diabete #GMD17

TumoreStomacoPrevenzioneTest
Tumore allo stomaco, un test genetico può svelare la predisposizione
13 novembre 2017

14 Novembre – Giornata Mondiale del Diabete #GMD17

GMD17

Il diabete è la “malattia del secolo”: quali le sfide?

400 milioni le persone nel mondo affette da diabete e l’IDF – International Diabetes Federation stima che nel 2040 si arrivi a ben 650 milioni. In Italia siamo sui 3 milioni, il doppio rispetto a 30 anni fa. Numeri da vera e propria emergenza, ma da affrontare con una programmazione sanitaria strutturata. Le malattie croniche rappresentano ormai circa l’80% della spesa sanitaria nel nostro Paese e solo il diabete richiede intorno al 10% delle risorse. Politiche di prevenzione e investimento sulle cronicità potrebbero invece portare a una razionalizzazione della spesa, oltre che a una riduzione di queste patologie attraverso corretti stili di vita e un uso appropriato delle tecnologie.

Ricordiamo insieme al presidente Assodiagnostici di Assobiomedica, Renato Bonaita, la giornata mondiale del diabete, una patologia che colpisce 400 milioni di persone nel mondo. Per questo è importante parlare di cronicità, innovazione del trattamento e, soprattutto, di prevenzione.

Nella gestione delle cronicità quanto può incidere l’innovazione?

In un mondo scientifico in rapido cambiamento, dove le acquisizioni si susseguono rapidamente, essere costantemente aggiornati e disposti al ricambio tecnologico che va sempre più verso una personalizzazione delle cure, diviene una sorta di “imperativo etico”. Nell’ottica di un miglioramento costante delle cure al paziente con diabete e di un contenimento della spesa socio-sanitaria nel medio e lungo periodo, attraverso la riduzione delle complicanze invalidanti, mantenendo autonomia e qualità di vita del paziente il più a lungo possibile.

Quanto è importante l’educazione alla prevenzione?

Educare alla prevenzione è sempre più fondamentale, soprattutto in momento storico in cui le persone tendono a rivolgersi alla rete con tutti i pericoli che ne conseguono, non da ultimo quello delle fake news. Per questo Assobiomedica ha lanciato la campagna edutainment In Vitro Veritas sulla diagnostica di laboratorio. Presente in molti centri diagnostici con una serie di strumenti ludico-informativi. E una delle storie dei 4 personaggi che la compongono è proprio quella di un diabetico, Paolo. Il video che la racconta è interattivo, in modo che l’utente possa decidere quali azioni fargli compiere approfondendo così molti aspetti della patologia.

Il presidente FISMeLab, Pierangelo Clerici, parla dell’importanza del monitoraggio per una patologia cronica come il diabete.

Fonte: Assobiomedica