G7 Salute, il ministro Lorenzin: un esame prima dell’assunzione dell’antibiotico eviterà le resistenze

Cioccolatiniricerca
AIRC – Tornano i cioccolatini della ricerca
3 novembre 2017
GDM2017
Giornata Mondiale del Diabete 2017 – screening gratuiti in tutta Italia
6 novembre 2017

G7 Salute, il ministro Lorenzin: un esame prima dell’assunzione dell’antibiotico eviterà le resistenze

AntibioticoResistenzaG7

“Quello dell’antibiotico-resistenza è il primo allarme di sanità che c’è al mondo”

Il 5 e 6 novembre si tiene a Milano il G7 della Salute, fra i temi all’ordine del giorno come il cambiamenti climatici incidono sulla salute e l’antibiotico resistenza. A riguardo
“Saranno disponibili per tutti degli esami, delle indagini da fare prima di assumere un antibiotico, in modo di poter prendere l’antibiotico mirato sulla propria malattia e assumerlo quindi anche nel modo più corretto, cercando di evitare al minimo la formazione di antibioticoresistenza“, spiega il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. “Questo G7 prende anche l’ eredita’ di quelli precedenti. Così continueremo a stressare questo tema perché le soluzioni sul campo sono ancora poche: faremo un bilancio delle azioni raggiunte nei vari Paesi e discuteremo anche di che cosa ci serve per poter fare di più“.  “Quello dell’antibiotico resistenza è il primo allarme di sanità che c’è al mondo, dal punto di vista del rischio, perchè è uno dei principali rischi di morte per le persone ricoverate e non solo, quindi abbiamo il bisogno di lavorarci in modo sempre più focalizzato“. I dati parlano chiaro: ogni anno in Italia sono circa 700 mila le persone colpite dalle infezioni ospedaliere, ovvero il 6,3% dei pazienti ricoverati. Ma con l’utilizzo di buone pratiche ospedaliere le infezioni possono diminuire del 20-30%. Si deve quindi andare verso una cultura della prevenzione, così come racconta il video “Infezioni ospedaliere e antibiotico resistenza” di Assobiomedica.

Infezioni ospedaliere e antibiotico resistenza – Video